Distanza utile impollinazione agrifoglio

Domanda: Testo della domanda: In alta collina (750 m slm), in Casentino, ho alcune piante di agrifoglio femmina e un esemplare maschio ottenute alcune per seme altre per talea. Ora ho la possibilità di collocarle in piena terra, e a proposito di impollinazione, se possibile vorrei cortesemente sapere quale è la distanza utile tra le piante e il rapporto ottimale (maschio-femmina) per ottenere tale risultato. Anche perché, curiosamente, mi è capitato di vedere dei bellissimi agrifogli ben carichi delle loro drupe rosse in ambienti dove c’era un solo esemplare (ovviamente femmina).

Paolo Bartoli

Risposta:

Non ci sono grossi problemi. Il consiglio è quello di fissare sui 5-6 metri, anche se il polline può arrivare a essere trasportato fino a 150-200 metri.

Se le piante però sono poste più vicine, la fruttificazione ne risulta positivamente influenzata. Bisogna tener conto che, una causa dell’andamento stagionale e del non sempre sovrapposto periodo di fioritura, può accadere che l’agrifoglio non produca frutti o che li produca in anni alterni.

Francesco Ferrini