Zone cuscinetto Xylella: come comportarsi?

Domanda: Per tutti coloro che sono proprietari di terreni nella zona cuscinetto:

  • 1. per un nuovo impianto, è possibile utilizzare qualsiasi cultivar oppure solo FS17 e Leccino?
  • 2. è possibile procedere al trapianto di alberi da una particella ad un’altra sempre all’interno della zona cuscinetto?
  • 3. che tipo di obblighi/raccomandazioni ci sono?

Ho guardato la Dec. UE2015/789 e la sua modifica 2017/2352 del 14.12.2017 ma non sono riuscito a trovare risposte ai quesiti sopra.

Pierluigi Spedicati

Risposta:

1) Nelle zone delimitate come “cuscinetto” non è vietato impiantare piante ospiti di xylella fastidiosa CODIRO in quanto trattasi di zona comunque indenne, ad eccezione dei focolai puntiformi cosi come definito dalla DDS 109 del 19/3/2018. Pertanto è possibile utilizzare qualsiasi cultivar di olivo, purché proveniente da vivai della stessa zona cuscinetto o da zone non delimitate. Le piante devono essere accompagnate dal passaporto CE. Per conoscere lo status di una particella catastale in merito alle delimitazioni per xylella è sufficiente aprire il portale emergenzaxylella dal sito http://www.emergenzaxylella.it e in basso a sinistra cliccare su “ricerca particella catastale”.


2) Lo spostamento di olivi deve essere autorizzato ai sensi della L.N. 144/51 e della L.R (Puglia) 14/2007, tenendo presente che può avvenire da una particella all’altra purché riferita alla stessa conduzione o proprietà. La normativa in materia di xylella non prevede il divieto di impianto di piante ospiti in tale zona e pertanto per lo spostamento, che deve ovviamente avvenire sempre nella stessa zona cuscinetto, non ci sono prescrizioni.
3) Gli obblighi previsti per la zona cuscinetto sono quelli dettati dalla DGR Puglia 1999/2016 e cioè la lotta al vettore attraverso l’eliminazione delle erbe infestanti con arature superficiali, trinciature, pirodiserbo o diserbo chimico nel periodo compreso tra il 1/3/2018 ed il 30/4/2018, cui è stato recentemente aggiunto dal D.M. 4999 del 13/2/2018 (in corso di attuazione regionale), l’obbligo di specifici trattamenti fitosanitari, da maggio a dicembre, contro la sputacchina (Philaenus spumarius) con i prodotti fitosanitari a base di Deltametrina o di Acetamiprid. La lotta al vettore è obbligatoria sia per i privati sia per la P.A. e riguarda le aree coltivate, i bordi stradali, i canali ecc. ed osserva gli stessi periodi di applicazione suddetti. È inoltre obbligatoria la potatura dell’oliveto ogni biennio ed è raccomandata l’eliminazione annuale di polloni e succhioni.
In caso di riscontro di pianta infetta vige l’obbligo di abbattimento della stessa e di tutte le piante ospiti presenti nel raggio dei 100 m indipendentemente dallo stato di salute delle stesse.

Cosimo Cavallo